Slider

Scelto per voi: La danza delle rane

lunedì 25 marzo 2019


La danza delle rane è la danza della vita. 
L’abate Spallanzani, studioso e uomo di scienza, nato nel 1729, fa una grande scoperta sulla riproduzione della vita attraverso la fecondazione, e qui, in una storia di fantasia, si immagina come sia arrivato alle sue conclusioni.
Questo è un viaggio nel tempo e nella storia, un’occasione di lettura tra realtà e finzione, ambientato intorno a metà del 1700.

Il protagonista è Antonio, un ragazzino vivace, amante della natura, figlio di un mugnaio, che si imbatte in uno strano personaggio che cattura rane lungo un torrente. La sua curiosità verso quest'uomo bizzarro lo conduce presso la Villa di Scandiano, dove l'abate Spallanzani trascorre un periodo di vacanza e di studi, ed è un ambiente molto diverso dalla casa in cui vive Antonio, per le abitudini, le maniere, i cibi, e le persone con cui viene a contatto.

La danza delle rane potrebbe sembrare anche un giallo da risolvere.
La storia inizia con un mistero: la cassa piena di pietre è arrivata, a casa dell'abate, vuota. Avrebbe dovuto contenere pietre preziose, ci racconta un po’ perplesso Antonio, ma erano poi dei sassi, più o meno. Chi avrebbe mai voluto rubare dei sassi? Antonio non capisce ancora l’importanza del carico rubato. Scoprire come siano stati trafugati questi sassi “preziosi” e da chi, sarà per lui una vera missione, fatta di indagini e argute deduzioni. Antonio capirà l’importanza dei fossili, e anche di molti altri studi, grazie al suo nuovo lavoro presso l’abate Spallanzani, che gli fornirà una grande occasione per crescere e aprire i propri orizzonti. 

Chi era Spallanzani? Il lettore lo scopre poco a poco, insieme ad Antonio. In principio lo vede solo come un signore ricco e importante, eccentrico, poi comincia a comprendere quanto sia colto, quanto sia affascinante il sapere e anche quanto l'abate sia criticato e temuto da chi non capisce le sue pratiche e i suoi studi. Spallanzani infatti si dedicava a studi di biologia, chimica, matematica, fisica, geologia, e molto altro, che agli occhi di chi ignora la cultura, potevano apparire materie misteriose e pericolose.

Antonio invece è avido di sapere e segue un misterioso esperimento dell'abate, in cui c'entrano proprio le uova di rana, che lo studioso ha diviso in due vasche.
“Immagina che la vita sia una specie di danza, uno di quei balli in cui è necessario formare delle coppie: dove si formano le coppie si ferma il ballo. Ora si tratta di vedere in quale di queste vasche si apriranno le danze: il ballo della vita.”

Spallanzani ebbe una grande intuizione riguardo alla  fecondazione artificiale, di cui viene definito il “padre”. La danza delle rane racconta l'esperimento della nascita dei girini dalle uova fecondate.  Il giovane protagonista intuisce così le potenzialità dello studio e della sperimentazione, e si libera dai preconcetti.
All’epoca dei fatti non tutti possedevano una mente aperta, come quella dell’abate, e per questo motivo  il cambiamento e la luce nuova del sapere illuminista venivano visti con timore. Nella narrazione il mistero si infittisce e aleggiano le insinuazioni, le calunnie e i misfatti. Alcuni personaggi della storia, nel progresso, vedono proprio il male.
Il progresso però è inarrestabile e quindi avanza, come la voglia di sapere di Antonio, che sa volgere lo sguardo oltre i confini in cui vorrebbero rinchiuderlo.

Il 2019, è il 290° anniversario della nascita di questo grande studioso. 
La danza delle rane ne celebra l’importanza, presentandolo ai giovani lettori attraverso lo sguardo di un ragazzino che nulla sa di questi suoi studi ed esperimenti, e a poco a poco, ne comprende il valore. 
Incoraggia a guardare oltre.

“Scartare di lato è possibile, a volte si presenta un’occasione, sempre che la si voglia cogliere”
Lo dice l’abate ad Antonio, che nel futuro vede l’obbligo a diventare mugnaio come suo padre. Si può scegliere, suggerisce l’abate, ma richiede grande volontà e impegno.
“Per imparare è necessario porsi di continuo delle domande, le risposte non sono mai definitive e conducono ad altre domande…occorre spirito di sacrificio”.


Il cammino del protagonista di questa storia è pieno di entusiasmo, di curiosità, di speranza ma anche di paure:
“scartare di lato è possibile, aveva detto l’abate, ma non aveva precisato quanto fosse difficile”.

La danza delle rane, appunto, è la danza della vita.

Buona lettura!

Informazioni tecniche
Titolo: La danza delle rane
Autori: Anna Vivarelli e Guido Quarzo
Illustrazioni: Silvia Mauri
Editore: Editoriale Scienza
Collana: Racconti di scienza
Codice: EAN 9788893930062
Formato: 13x19,5 cm, brossura
Pagine: 121
Prezzo indicativo: € 9,90
Età di Lettura: da 8 anni


CopyRight © | Piccoli Lettori Crescono - Book Avenue KIDS
Privacy Policy https://bookavenue.it/privacy.html