Slider

SCELTI PER VOI: LA GUERRA DELLE FARFALLE

lunedì 27 giugno 2022

 

Più di cento anni fa, al tempo dei lampioni a gas e delle candele, quando i negozi avevano il bancone in legno e le strade erano piene di cavalli, nacque una bambina. Nessuno se ne rallegrò, solo la la madre. Al padre non piacevano i bambini, nemmeno i propri, e a Peter, il fratellino di tre anni, non interessava aggiungere altre persone al proprio mondo.

Siamo ai primi del novecento del secolo scorso e dopo pochi giorni che Clarisse è venuta al mondo, sua madre muore.

Una sciagura che le verrà imputata come responsabilità dal fratellino, troppo piccolo per capire, e in qualche modo anche dal padre, che da quel momento erige un muro invalicabile, chiudendosi in un dolore sordo, incapace di prendersi cura dei suoi due figli.

Ma Clarry, così la chiamano poi tutti, nonostante un affaccio alla vita segnato dalla tragedia, mantiene fede alla promessa del suo nome e cresce luminosa, solare, l'unica capace di tenere insieme il padre, sempre più ostinato nella sua solitudine, e il fratello, che sviluppa un carattere scontroso e ostile verso chiunque.

Clarry però non è mai sola a tentare l'impresa disperata di fare famiglia con le persone che ha intorno. Con lei ci sono la signora Morgan, la governante, che le insegna quel poco di cucina che sa, ma soprattutto la aiuta a sporgersi oltre le apparenze; c'è la signorina Vane, che abita dall'altra parte della strada e si prende a cuore l'educazione della bambina, un'educazione tuttavia orientata alle buone regole di comportamento che una giovane donna deve apprendere e poco tesa al sapere, ma capace di gesti generosissimi per aiutare Clarry, quando ormai grande, decide di mettersi alla ricerca di Rupert; per le materie di studio ci pensa invece Peter, che nonostante sia sempre astioso  e sia più grande, cerca costantemente l'aiuto della sorella per i compiti, istruendola così anche senza averne consapevolezza; e poi ci sono i nonni e il cugino Rupert, che con loro vive, visto che i genitori si trovano in India.

Con Rupert e con i nonni, che vivono in Cornovaglia, in una casa vicino al mare, Clarry e Peter trascorrono estati indimenticabili, libere, fuori da ogni sguardo di controllo adulto, tanto che a volte incorrono anche in pericoli non da poco. Come Peter, che per sfuggire al collegio, pensa di saltare da un treno in corsa, restando claudicante a vita, o Clarry che per poco non affoga, gettandosi da uno scoglio e pensando che sarebbe bastato venire a galla naturalmente per non affogare. Resta però nei protagonisti, al di là dei pericoli attraversati, quel sapore nitido che dà il sentirsi vivi e proiettati a qualsiasi scoperta, nel qui e ora, che solo l'infanzia può dare. 

La storia racconta e attraversa tutti gli anni dell'infanzia e dell'adolescenza, sapendo costruire per ognuno dei protagonisti una profondità psicologica mai scontata, mai data per certa.

Così Clarry, la storia viene narrata, sebbene non in prima persona, dal suo punto di vista, sa fronteggiare il padre e ottenere il permesso per frequentare una vera scuola, la stessa di Vanessa, sorella di Simon, a sua volta amico fraterno di Rupert e Peter. 

E Rupert, che si rifiuta di continuare a studiare all'Università, deciderà di arruolarsi in guerra, la Prima Guerra Mondiale, che nel frattempo miete giovani vite in tutta Europa.

Mentre Peter, impossibilitato a arruolarsi per via della sua gamba, deciderà, senza non pochi tormenti, di diventare un medico, per provare a ricucire la ferita che la morte della madre ha inferto alla sua vita. 

Sarà proprio la Grande Guerra a sigillare nelle vite di Clarry, Vanessa, Peter, Rupert e Simon l'inevitabile fine del periodo luminoso che l'infanzia e l'adolescenza hanno segnato per loro, traghettandoli nel mondo degli adulti, senza far loro perdere tuttavia uno sguardo di speranza e l'affetto profondo con cui avevano nutrito i loro legami, rendendoli indissolubili.

Un romanzo di formazione ma anche un romanzo corale sul senso e valore dei piccoli gesti, sulla difficoltà di compiere scelte autentiche che possano rappresentare la complessa imago con cui la vita ci ha plasmati, sul dolore che a volte ci fa muti in attesa di ritrovarci, sul senso del perdono e dello spazio necessario che dobbiamo alle scelte, non sempre comprensibili, che chi amiamo compie. 

Ma anche un romanzo storico di rara bellezza, con una trama impeccabile, in cui la ricostruzione storica è puntuale, ma mai sovrabbondante tanto da risultare posticcia, e soprattutto con una scrittura davvero intensa, lieve, che non cerca mai facili compiacimenti, e attraverso la quale sembra letteralmente di poter vedere ogni singolo protagonista, ogni luogo, come attraverso un prisma di cristallo. Grande merito va ovviamente riconosciuto anche al traduttore, Roberto Serrai, che ha saputo restituire nella nostra lingua così intensa bellezza. 

Ultimo dettaglio, degno però di nota: il titolo La guerra delle farfalle fa riferimento alle farfalle di carta che Clarry realizza spedendole a Peter e Rupert, fin dai tempi del collegio. Si tratta di semplici manufatti con cui la protagonista rivela il desiderio di prendersi cura del fratello e del cugino, attraverso la bellezza di qualcosa che potrebbe apparire inutile, anche e soprattutto in momenti difficili, ma che invece generano attenzione e gratitudine. Il titolo originale suona invece così The Skylarks' War, ovvero la guerra delle allodole, uccellini il cui canto viene ricordato diffusamente nella poesia e nella narrativa, da Dante a Shakespeare, da Shelley a Baudelaire. L'allodala con il suo canto annuncia l'alba, e, capace di voli rapidissimi ed elevati, è diventata simbolo di una natura rivolta al cielo, al bene. Un bene che viene cantato a dispetto di ogni guerra. 

La storia è risultata vincitrice del prestigioso Premio Andersen 2022, come miglior libro oltre i quindici anni.

Una storia consigliata vivamente a ragazze e ragazzi, ma anche agli adulti.

Per voi Piccoli Lettori Crescono

INFORMAZIONI TECNICHE

Titolo: La guerra delle Farfalle

Autore: Hilary McKay

Traduttore: Roberto Serrai

Editore: Giunti

Collana: Le strenne

Codice EAN: 978-8809-87842

Formato: 20x15, rilegato

Pagine: 304

Età di lettura: dai 10 anni

Prezzo indicativo: 16 euro




CopyRight © | Piccoli Lettori Crescono - Book Avenue KIDS
Privacy Policy https://bookavenue.it/privacy.html