Slider

SCELTI PER VOI: Non è colpa della pioggia

domenica 27 settembre 2020

 


Ci troviamo a Cape Code, la mitica località di villeggiatura americana vista oceano, nota in tutto il mondo.
Anche se il romanzo profuma di sale marino del Nord-Est e dondola alle brezze come sedie Adirondack non fatevi trarre in inganno. 
La storia non è dolce ed estiva come una limonata. 
Lynda Mullaly Hunt non delude nemmeno questa volta e come in tutti i suoi romanzi gli elementi tematici del travaglio della crescita dell'età di passaggio dall'infanzia all'adolescenza sono facilmente riconoscibili. 
Questa Cape Code non è la tipica cartolina offerta ai turisti ma lo schizzo di una piccola comunità con i suoi pregi e difetti che vive in una località balneare. All’interno ci sono conflitti di classe, problemi legati alla mancanza di soldi e la fragilità economica é spesso connessa a mancanze ben più grandi, come quella di Delsie la protagonista dodicenne che vive sola con la nonna e non può fare a meno di chiedersi perché non ha genitori tipici e tradizionali desiderando con tutto il cuore una famiglia "normale". Il suo disagio cresce, nella sua estate di ricerche e scoperte, a man mano che il suo gruppo di amici inizia a cambiare, fino a quando la sua vita non sembra una delle tempeste perfette che le piace seguire.

 

“...Credo di essere come un mucchio di pezzi di puzzle che sono stati buttati per terra. Ma non posso rimettere insieme i pezzi perché non so come sia l’immagine sulla scatola. Non so chi sono e neanche quanti pezzi potrebbero mancarmi...” 

 

Tutto inizia con l'arrivo di Brenda, l'amica di una vita, attesa tutto l'anno. Ma in questa particolare estate, Brenda non sembra più la stessa. Ai loro consueti giochi in spiaggia, preferisce il fare shopping con la madre, la nail art e sopratutto condividere il suo tempo con una ragazzina molto trendy e parecchio snob Tressa che non perde occasione per schernire e bullizzare Delsie.

 

“...Quelli che ti amano proteggono i tuoi sentimenti perché hanno ricevuto un pezzo di te. Altri potrebbero lanciarli in giro, per lo stesso motivo..."

 

All'inizio la ragazzina ne rimane sconcertata, si sente arrabbiata, triste abbandonata, poi, invece, impara a difendersi e a accettare gli improvvisi tuoni e i fulmini della vita:

 

"...E non puoi davvero vedere il vento. Puoi solo vedere come si muove tutto ciò che lo circonda. Anche la rabbia è così....”

 

Tra le due è Delsie la ragazzina che veramente sta crescendo in fretta e questo non certo grazie all'ultimo make up di grido ma alle sue scelte e a un nuovo alleato, il burbero figlio di un pescatore che sa tutto degli squali bianchi e rimane con i piedi nell'acqua, anche durante il meteo più avverso. Compassionevole e coraggioso, Ronan, preferisce proteggere la vita marina, invece di mangiarla. 
Delsie e Ronan.
Entrambi soli, resistono alle piccole e grandi crudeltà, gridando alle tempeste, imparando a stare a galla, a guarire.
Insieme.

Un cast di personaggi molto ricamato per un'esplorazione dell'animo per niente banale.

In questo un temporale di contrasti, Delsie raggiungerà la consapevolezza che niente potrà riempire il vuoto lasciato da una madre ma che è comunque circondata dal tipo di cure che la maggior parte dei ragazzi riceve solo dal nucleo di origine, anche se il suo è fatto da una nonna bizzarra e da un circondario di vicini amorevoli e vivaci che le faranno conoscere il vero significato della tanto sospirata "famiglia".

INFORMAZIONI EDITORIALI:

Autore: Lynda Mullaly Hunt

Editore: Uovonero

Collana: Abbecedanze

Pagine: 232 , ill. , brossura, 
carattere di stampa ad alta leggibilità

EAN: 9788896918821

Età consigliata:11+

Prezzo: circa € 15,00


CopyRight © | Piccoli Lettori Crescono - Book Avenue KIDS
Privacy Policy https://bookavenue.it/privacy.html