Slider

SCELTI PER VOI: La leggenda di Sally Jones

giovedì 24 maggio 2018


                        


‟Questa storia comincia in una notte di tempesta, circa cento anni fa. Una piccola gorilla nasce nel fondo della foresta tropicale africana. È una notte senza luna e senza stelle. L’anziano del branco predice allora che la neonata sarà colpita da molte disgrazie, nel corso della sua vita.‟

Comincia così la vita, la leggenda, di Sally Jones: nella foresta oscura e sferzata da un vento prepotente, circondata dalla sua famiglia di gorilla. La circostanza, che accompagna il lieto evento, manifesta fin da subito delle difficoltà, la premessa è funesta: il gorilla anziano, come uno sciamano, prevede un futuro pieno di ostacoli per la cucciola. È un avvertimento annunciato da subito. La prima pagina è scura e mette in guardia, voltandola, ricompaiono la luce e la quiete insieme al primo MA che la rovina. Quelle inquietanti parole pronunciate dall’anziano gorilla tornano subito alla mente e sembrerebbero giustificare ogni sventura, ma ricordiamolo subito: Sally è speciale e questo è solo l’inizio. La storia mantiene un legame con la spiacevole premonizione, ma è anche leggendaria, e la protagonista sorprende la stessa sorte. Comincia così una vita affascinante, straordinaria, da seguire con curiosità, nella perfetta combinazione tra testo narrativo e immagini.
 
Sono davvero tante le avventure e i colpi di scena, gli eventi incredibili che accadono a Sally Jones. Nel suo cammino, fin dal primo traumatico rapimento che la porta lontana dalla famiglia e dalla foresta, incontra personaggi eccentrici, bizzarri, molti di loro sono loschi.
 
La vita della protagonista passa di mano in mano, percorre chilometri e solitudini. I desideri di chi la imprigiona, la inganna o la illude, sono legati a effimeri piaceri, fugaci come la brama di ricchezza o l’egoismo bieco. L’animo ingenuo e buono di Sally rivela ancora di più i personaggi torbidi che la circondano, nel contrasto.

Sally ripone sempre fiducia verso il prossimo, il tradimento non è concepibile, la sorprende e pare non possa riconoscerlo. Sally però impara, sempre, da ogni passaggio che deve sopportare, e mette in atto la sua forza, è resiliente.

Perseguitata da una sorte avversa, come annunciato alla nascita, Sally non subisce mai fino in fondo le calamità, anzi, assimila il buono da ogni sventura: dagli errori che commette, dai pregi di chi incontra, dalle abilità che acquisisce in ogni situazione. La gorilla è molto intelligente, emancipata, con un animo candido. La sventura si trasforma in avventura.

Sally è un personaggio positivo, sempre, anche quando gli eventi sembrano borderline, oltre il limite della legalità. Sally merita il bene, e la lettura avvincente incolla ancora di più al libro, difficilmente si può interrompere. È proprio necessario procedere, scoprire cosa accadrà, accertarsi di come se la caverà: non si può chiudere Sally tra quelle pagine senza saperla in salvo, cresciuta, più forte e consapevole, magari libera!

Le illustrazioni, che richiamano gli anni ’50, quelli dei gangster, conducono l’avventura narrata in un tempo lontano, leggendario appunto, e descrivono le tappe di questa storia con un tratto chiaro, tra realismo e gusto retrò. È una seconda narrazione, parallela a quella testuale. Gli avvenimenti sono un viaggio, tra quello che accade e la metafora della vita, sono tappe che abbracciano mondi disparati, toccano tanti paesi che Sally attraversa con vari mezzi. La protagonista raggiunge mete molto lontane, è la sua incredibile leggenda. Lo sguardo segue le tracce e i tragitti nelle cartine geografiche. Sally affronta traversate rischiose, spostamenti lunghi ed estenuanti. Attraverso le illustrazioni, la storia incalza la storia, le parole, preziosamente esposte, a volte sono come quadri d’antiquariato, e indugiano incastonate tra le immagini.

La serie di vorticosi eventi è talmente particolare da agganciare il lettore fino all’ultima pagina. I colpi di scena non sono mai scontati. Le illustrazioni ritraggono le scene cruciali con l’incanto e la potenza dell’inquadratura cinematografica. Il libro scorre visivamente come un film di quegli anni che richiama, ha un gioco poetico tra luce e ombra, metafore dell’animo di Sally, che è pura, luminosa, ma impara dalla cattiveria e dalla miseria umana come vestirsi d’ombra. Quando la scopriamo camuffata a Istanbul, dove cerca di imbarcarsi, ha lo sguardo di chi sa muoversi nel mondo del pericolo.

Anche la narrazione, graficamente, prende luce, si amalgama nelle illustrazioni, a volte spicca in decorate cornici, altre volte si mescola al colore del mare, sfuma nel cielo o nella polvere di un deserto. La vita di Sally è una cronaca asciutta e molto sorprendente. Le parole raccontano e incalzano, stuzzicano la curiosità. La lettura è vorace.

Sally è un personaggio memorabile perché subisce e reagisce, compie comunque scelte importanti. Alla fine farà la scelta più grande di tutte. Le peripezie che la travolgono, che le fanno deviare il cammino, sono legate alla sua determinazione: lei ha uno scopo e lo persegue in modo ostinato, senza arrendersi, nonostante tutto. A differenza dei torbidi personaggi che incontra, Sally ha un desiderio molto nobile e alla fine lo esaudisce.

Questo libro è un dono, per ogni età, per la forza dell’essere fragile, per l’avventura, per chi sa riconoscere la poesia nei luoghi più strani, per chi persegue sogni grandiosi di amore, di amicizia, di felicità.

La leggenda di Sally Jones è una splendida storia di felicità, e continua con la nostra di storia, pensando a lei chissà dove, a bordo della Hudson Queen…


Informazioni tecniche

Titolo: La leggenda di Sally Jones
Autore e illustratore: Jakob Wegelius
Traduzione: Maria Valeria D’Avino
Editore: Orecchio Acerbo
Codice: EAN 978-88-99-064594
Formato: 26,5x16,5 cm. Brossura. Copertina rigida.
Pagine: 108
Prezzo indicativo: € 16,50
Età di Lettura: dagli 8 anni


Per Piccoli Lettori Crescono
 







CopyRight © | Piccoli Lettori Crescono - Book Avenue KIDS
Privacy Policy https://bookavenue.it/privacy.html