Slider

SCELTI PER VOI: Temporali

giovedì 20 ottobre 2022

 


Prima scoppia il temporale, poi scoppia la bomba.

È venerdì 19 maggio, sono le ore 11.56. A Bologna scoppia una bomba al liceo D’Arturo -Horn, davanti a Porta Saragozza. Una strage. Oppure no. È il TEMPO ZERO, tutto può ancora accadere.
Questo romanzo, stampato con font EasyReading ad alta leggibilità e in duplice versione, come si evince dalla foto, tiene il lettore agganciato all’inseguimento del tempo. 

La narrazione offre due possibilità di lettura: Fabula, copertina verde, o Intreccio, copertina rossa, in cui il lettore fa continui balzi nel tempo e la narrazione risulta essere più sincopata. Nessun timore di perdersi la possibilità di godere di entrambe, in ogni copia viene fornito l’indice dei capitoli per leggere e rileggere la storia come più si preferisce e il lettore è super soddisfatto!
Ci sono Enrico e Ron, due ragazzi di sedici anni, tra cui non c’è troppo feeling, Michela è di poco più grande, ma ha già una carriera militare impressionante alle spalle ed è un’agente temporale, il Grande, che nella vita ha fatto scelte poco candide, compaiono anche il Rosso e il Blu, che aggiungono mistero, c’è l’intelligenza artificiale, capace di calcoli sopraffini ma tale rimane, e c’è il tempo, che non è poi così granitico, ma va sfiorato con estrema delicatezza.
Temporali è un titolo che cita il temporale di quell’attimo e gli agenti temporali, che qui hanno la possibilità di viaggiare nel tempo, ma solo nell’arco di 24 ore e per un solo minuto alla volta, e per non più di pochissime volte, perché il passaggio temporale è uno stargate che crea scompensi fisici non indifferenti, potrebbe risultare anche letale. Michela è coraggiosa, ma rischia molto. Da qui la spasmodica corsa tra minuti e imprevisti, calcoli e studi elaboratissimi e i non prevedibili coinvolgimenti.
La trama non è da svelare nemmeno un po’, vi basti sapere che Enrico sta attraversando un momento difficile in piena adolescenza, ha un istinto autolesionista e distruttivo, Ron si lascia coinvolgere anche perché si innamora di Michela, che vede solo un attimo, ma continuerà a intercettare nei modi più improbabili, nei suoi viaggi temporali. L’obiettivo è quello di impedire la strage.
Lo studio dei personaggi è curato, i personaggi principali si muovono naturalmente tra i coetanei reali. L’autore tocca anche il problema del disagio in modo serio, e purtroppo se ne parla ancora poco, ma è più diffuso di quello che si possa pensare e faccio volentieri eco alle parole di Davide Morosinotto:

Fra queste pagine si parla (anche) di salute mentale. Se stai attraversando un momento difficile e senti di avere bisogno di aiuto, ricorda che ci sono persone disposte ad ascoltarti. In Italia, per esempio, puoi chiamare Telefono Amico allo 02 2327 2327.


Tutta la storia risulta molto realistica, credibile, assolutamente verosimile, anche se siamo su un piano fantascientifico. Per chi conosce Bologna può seguirne i passi, (pure la scuola minacciata dalla bomba, che nel romanzo cambia il nome, è il liceo che frequenta uno dei miei figli). Inoltre, la bomba e la strage, a Bologna, richiamano una ferita mai ricucita: quella del 2 agosto 1980 alla stazione ferroviaria. Eppure, c’è un altro episodio drammatico legato ad una strage in una scuola che questa storia riporta alla memoria, quella del 6 dicembre 1990, quando un aereo MB-326 centrò una classe dell’Istituto Salvemini di Casalecchio di Reno. Chi lo ricorda avverte ancora i brividi al pensiero di un’esplosione a scuola. Nonostante questi episodi di cronaca che hanno segnato il territorio in cui si svolge la narrazione, non è la strage a occupare l’attenzione, ma sono gli attimi prima che questa avvenga, sono i tentativi di cambiare nel modo giusto gli eventi, lottando con forze contrarie e con gli imprevisti. Del resto, la matematica e la fisica citano l’effetto farfalla come parte della teoria del caos: 

piccole variazioni nelle condizioni iniziali possono produrre grandi variazioni nel comportamento a lungo termine di un sistema. 

Per questo Michela non deve compiere spericolate azioni alla Mission Impossible, secondo l’effetto farfalla una volta ha fermato un attacco terroristico facendo solo cadere un oggetto nel momento giusto. La delicatezza di intervento è calcolata e minima, come gli Osservatori del tempo in Fringe ricordano: 

ogni piccolo intervento crea infinite varianti e possono essere devastanti.


Un vero thriller di fantascienza nella versione intreccio, un intrigante giallo da risolvere nella versione fabula. Al lettore la scelta adrenalinica preferita. In ogni caso sarà intrigante entrare in questo tunnel temporale fantastico, proprio perché incredibilmente vicino, è una fantascienza che piomba sulla quotidianità più familiare e la spiazza. Senza dover arrivare ai bastioni di Orione o alle porte di Tannhäuser, arriva a toccarti i piedi, come una risacca misteriosa. Investigare le pareti del tempo porta inevitabilmente anche a riflessioni intime. 

Senza snocciolare altre opere che si snodano nei viaggi temporali, qui si nota un lavoro raffinatissimo di incasellamento degli eventi, una regia strepitosa e di cesello, svela l’artiglio dell’esperienza artistica dell’autore.
Non resta che scoprire come e se la bomba piazzata nel liceo scoppierà.
Buona lettura!

Informazioni tecniche
Titolo: Temporali
Autore: Davide Morosinotto
Editore: Camelozampa
Codice: EAN 9791280014733
Formato: 21x14 cm, brossura, copertina rigida
Pagine: 368
Prezzo indicativo: € 16,90
Età di Lettura: da 12 anni


 

CopyRight © | Piccoli Lettori Crescono - Book Avenue KIDS
Privacy Policy https://bookavenue.it/privacy.html