Slider

SCELTI PER VOI: Frottole e segreti

giovedì 17 maggio 2018

Quando le parole ti resistono dentro, tra la gola e i denti, e i tuoi compagni ti fanno il verso, e ti senti solo, è la fantasia allora e qualche frottola aggiustata qui e lì che ti puoi salvare.
Così fa Geremia, inventa storie per aggirare l'ostacolo di quelle parole che iniziano male e finiscono peggio, oppure non finiscono affatto, perché alcune lettere non ne vogliono proprio sapere di uscire dalla sua bocca. Eppure è tutto così chiaro dentro di lui.
Per questo, quando si trova in difficoltà, usa altre parole che però sono altre anche in senso semantico e sono loro a guidarlo verso  vite diverse, che non sono la sua: suo padre allora diventa uno scienziato, mica un gelataio, e sua nonna è inglese, non italiana. Insomma la vita di Geremia diventa un crescendo di possibilità, che però spesso fanno fatica a stare in piedi tutte insieme, perché Geremia non sempre ricorda quale delle storie inventate ha detto a chi.
Per fortuna Geremia non è proprio completamente solo: ci sono loro infatti, i suoi tre amici fidati, Smilzo, Siepe e Muschio. Il primo è altissimo e sottile come un foglio di carta; il secondo, Siepe, dice parole buffe, così tanto che a volte è difficile capire; e Muschio, bé lui quando si emoziona emana un odore davvero rivoltante. Insomma fanno un bel quartetto, peccato però che loro siano solo amici immaginari e nessuno possa vederli.
Così trascorrono le giornate di Geremia tra visite specialistiche con la logopedista e la psicologa, e pomeriggi passati a parlare da solo con i suoi amici invisibili, o a combinare guai con Mattia, il fratello minuscolo.
Fino a quando un giorno arriva in classe Karima e si siede proprio accanto a lui. Tutto cambia da quel momento perché Karima lo ascolta nonostante le sue parole riluttanti, pretende attenzione e dialogo, e sa vedere in lui quello che gli altri ignorano. 
"Tu hai tantissime cose da dire per questo a volte ripeti le parole. Perché il tuo cervello va così veloce che la lingua non riesce a stargli dietro! E allora preferisci non parlare vero?" Divento tutto rosso per la vergogna. Faccio cenno di sì, cioè che preferisco non parlare. Il fatto che il cervello va così veloce è tutto da vedere. Mamma dice che sono lento come un bradipo, col corpo e con tutto il resto, cervello incluso. Credo. Sarebbe bello se fosse come dice Karima.
Insieme presto diventano amici per la pelle, di quelli che forse - si chiamano così perché ti calzano addosso proprio come una seconda pelle -, pensa Geremia. 
Le giornate diventano allora intense, divertenti, piene di avventure. Ma le bugie, si sa, hanno le gambe corte. E allora bisogna trovare una strada nuova, fidarsi degli amici, del proprio respiro, che lento accende di luce nuova le parole difficili, e avere coraggio di vedere oltre le proprie paure.
Un libro ricco di personaggi buffi e stravaganti, come Sabrina, l'oca che non vuole volare, oppure Olga, la nonna dai molti mariti, che ha lo sguardo luminoso e la borsa piena di meraviglie, o ancora il diabolico maestro Vito, che incute terrore e nasconde un segreto.
È un libro delicato e profondo, con una voce narrativa intensa che sa cogliere, senza false sovrapposizioni adulte, lo sguardo dei bambini, restituendo loro leggerezza e verità, e a noi il desiderio intenso di poter ascoltare ancora quella stessa voce bambina che celiamo dentro.


Informazioni tecniche
Titolo: Frottole e Segreti
Autore: Stefania Gatti
Collana: Storie Corsare
Editore: Edizioni Corsare
Codice: EAN 978-88-99136-37-6
Formato: 21x15 cm
Pagine: 137
Prezzo indicativo: € 10 cartaceo
Età di Lettura: (+9)

Per Piccoli Lettori Crescono






CopyRight © | Piccoli Lettori Crescono - Book Avenue KIDS
Privacy Policy https://bookavenue.it/privacy.html