Slider

SCELTI PER VOI: Madelief. Lanciare le bambole

lunedì 26 febbraio 2018



Madelief da grande vuole fare il costruttore di case. O forse la contadina. O la guardiana dello zoo. Nel frattempo gioca con i suoi amici Roos e Jan-Willem a lanciare le bambole, agli indovinelli (ma se loro indovinano, dice che hanno sbagliato), a fare la mamma e loro i bebè (ma Jan-Willem preferirebbe fare il “cauboi”), a scrivere un giornale. 


Madelief vuole sempre avere ragione, Jan-Willem è un po’ frignone e Roos pensa prima di tutto ad accudire il suo bambolotto. Sono bambini normali che bisticciano, che si prendono in giro, che si arrabbiano e si entusiasmano per cose all’apparenza di poco conto. Molti scrittori li racconterebbero con enfasi, per celebrare le gioie dell’infanzia, oppure seminando piccole prediche e insegnamenti moraleggianti, ma non Guus Kuijer. 


L’autore olandese ha da tempo abituato i suoi lettori italiani (quelli più grandicelli, che hanno letto e amato Il libro di tutte le cose e Per sempre insieme, amen e gli altri romanzi della serie di Polleke) ad uno stile asciutto ed essenziale, che in Madelief. Lanciare le bambole diventa ancora più stringato, per andare anche incontro alla giovanissima età dei lettori a cui è destinato. I quaranta brevi capitoli che lo compongono sono altrettante storie autoconclusive, quasi degli sketch fitti di dialoghi e situazioni che si susseguono senza un preciso filo conduttore o sviluppo cronologico.


Questo potrebbe inizialmente spiazzare i lettori ancora un po’ acerbi, che magari si aspettano di essere condotti nel mondo dei personaggi attraverso le descrizioni o con l’aiuto di una voce narrante, e di trovare il seguito di tutti gli episodi rimasti in sospeso.


Ma con un po’ di pazienza, mano a mano che si legge si imparano a conoscere i protagonisti, le loro famiglie e il mondo in cui vivono, a sentirli vicini e sorridere con loro quando affrontano imprese come andare a fare la spesa da soli, portare dal veterinario un piccione ferito o aiutare un venditore ambulante di fiori in cambio di una lauta paghetta. 


Non mancano i chiaroscuri, nel mondo infantile raccontato da Kuijer. Se Madelief è pronta a difendere il suo amico Jan-Willem da un gruppo di bulli e a consolarlo quando i genitori litigano, è altrettanto vero che la bambina non esita a sperimentare la brutta fine che fa una povera lumaca cosparsa di sale e a spendere i 6 euro contenuti in un portafoglio smarrito per comprarsi un pallone da calcio. Questo sguardo sincero e anti conformista sul mondo dei bambini ha consentito al libro di non invecchiare affatto dopo più di quarant’anni.


I cinque libri che compongono la serie Madelief, di cui Lanciare le bambole è il primo, furono infatti pubblicati in Olanda fra il 1975 e il 1979. Ora sugli scaffali italiani aspettiamo anche i seguiti, grazie a Camelozampa, il piccolo editore indipendente che sta portando in libreria numerosi autori europei e nostrani lontani dai consueti schemi dei generi e della serialità per bambini e ragazzi. Senza dimenticare l’accessibilità: Madelief. Lanciare le bambole è stampato con font EasyReading, ad alta leggibilità, adatto anche ai dislessici.


In un libro per primi lettori non dovrebbero mancare le illustrazioni, in questo caso ci pensa Marta Baroni, che ha uno stile fresco e dal taglio fumettistico, tanto che ai suoi simpatici personaggi mancano solo i balloon che escono dalla bocca per iniziare a muoversi lungo le pagine.


L’illustratrice deve aver fatto una ricerca iconografica su Madelief e i suoi adattamenti, visto che fin dalla copertina ci restituisce, con piccole varianti di colore (i bambini italiani non sono tutti biondi come in Olanda!)  le pettinature e l’abbigliamento della protagonista e dei suoi due amici, Jan-Willem e Roos, così come vengono presentati nella serie tv olandese degli anni Novanta: un’altra prova di quanto in patria questo personaggio autentico e non convenzionale sia conosciuto e amato.

 
I piccoli protagonisti della serie Madelief: da sinistra, Roos, Madelief e Jan-Willem

Titolo: Madelief. Lanciare le bambole

Autore: Guus Kuijer

Illustrazioni: Marta Baroni

Traduzione: Valentina Freschi

ISBN: 9788899842055

Pagine: 192

Prezzo: 13,90 €

Data di uscita: settembre 2017

Per Piccoli Lettori Crescono

Potete leggermi anche qui.
CopyRight © | Piccoli Lettori Crescono - Book Avenue KIDS
Privacy Policy https://bookavenue.it/privacy.html